Dissesto idrogeologico, il Ministero riconosce un milione di euro al Comune di Trivento. L’amministrazione comunale trignina, con delibera di giunta del settembre 2020, ha presentato domanda di contributo al Ministero dell’Interno, Direzione Centrale della Finanza Locale, per l’intervento di consolidamento del versante in frana sito in c.da Marasa; per i lavori di sistemazione dei dissesti idrogeologici in contrada Codacchio e contrada Sterparo e, infine, per la sistemazione dei dissesti idrogeologici nella c.da Casale San Felice e Sant’Aniello. “Con soddisfazione e piacere – fa sapere il sindaco Pasquale Corallo – comunichiamo che Città di Trivento è risultata assegnataria di un contributo di un milione di euro, come da Decreto Interministeriale, Ministero Interno e del Ministero Economia e Finanze del 23 febbraio 2021. Il finanziamento assegnato riguarda, nello specifico, i seguenti interventi: Intervento di consolidamento del versante in frana sito in c.da Marana” per euro 114.000,00; Lavori di sistemazione dei dissesti idrogeologici in contrada Codacchio e contrada Sterparo” per euro 554.000,00; Sistemazione dei dissesti idrogeologici nella c.da Casale San Felice e Sant’Aniello” per euro 332.000,00. Aggiungo che sono state inoltrate ulteriori richieste di finanziamento riguardanti la viabilità relative alle contrade: Rio-Uomomorto-Querciapiana, S. Leonardo —Pontoni, Boragne, Fonte del Cerro ed ancora Casale S. Felice-S. Aniello, Cerreto, Montelungo, Maiella e Penna. Inoltre, è stato richiesto un finanziamento per lavori riguardanti via Cappuccini —ingresso cimitero nuovo. Siamo molto fiduciosi nell’accoglimento a breve delle richieste fatte – chiude Corallo – l’Amministrazione comunale è attenta alle problematiche di tutto il territorio della nostra Trivento”.

Potrebbe interessanti anche:

Poggio Sannita non ricorda il Giorno della Memoria, Palomba: “Ancora una volta silenzio”

Poggio Sannita non ha ricordato l’importante Giornata della Memoria. A sottolinearlo…