Marcia di avvicinamento alla trasferta di Vibo Valentia. Il borsino medico conta il rientro di Di Francesco e Candellori nell’elenco dei disponibili, ottime notizie per Cudini in vista di una partita importantissima per il cammino del Campobasso. I due giocatori sono reduci da guai muscolari, il tecnico potrebbe decidere di inserirli gradualmente in considerazione di un dicembre che prevede 4 gare prima dello stop natalizio. Out Menna, da valutare Dalmazzi, il centrale soffre per un’infiammazione datata, ma il suo impiego contro la Vibonese non è escluso. A centrocampo il tecnico rossoblu sta avendo le migliori risposte, Tenkorang è sempre più incisivo e Persia sta dimostrando di poter essere un titolare di questa squadra, due ragazzi che ad inizio anno rappresentavano delle alternative e ora sono in pianta stabile nelle rotazioni della mediana. In ritardo Ladu, che paga un lungo infortunio e non ha ancora trovato il passo giusto. Cudini ha dato fiducia a tutti, sabato scorso ad esempio sono entrati Giunta, Martino e Parigi in un momento delicato della gara, questo a testimonianza che il tecnico punta su tutto l’organico. Una misura necessaria per arrivare all’obiettivo salvezza, il gruppo viene prima di tutto e nel Campobasso giocano gli elementi che stanno dimostrando sul campo, maggiore affidabilità. Questo fa bene alla competizione, tutti i giocatori del Campobasso hanno avuto opportunità in questo girone d’andata, chi corre va avanti, chi meno resta dietro, e crediamo che in quest’ottica saranno orientate le scelte della società in sede di mercato. Possibile che il tecnico possa riproporre la squadra che ha fatto bene contro il Francavilla.

Se la gara di domenica è fondamentale per i lupi, per la Vibonese la possiamo definire vitale. Il tecnico D’Agostino è in bilico, la squadra è ultima in classifica e le distanze iniziano ad allungarsi. I calabresi fanno una fatica immane a far gol, sono solo 10 le reti complessive, domenica scorsa a Foggia sono arrivate due marcature solo a gara chiusa. La Vibonese si aggrappa al “Razza” per giocarsi le chance salvezza, 7 dei 10 punti in classifica sono arrivati in casa. Per questi motivi domenica è attesa una battaglia, prevediamo un match equilibrato giocato sul filo dei nervi e dell’equilibrio. Spazi intasati, seconde palle, voglia di vincere, saranno queste le armi da utilizzare per portare a casa la sfida, o quanto meno avere maggiori chance di vittoria. Il Campobasso dovrà evitare gli errori di Messina e Latina, negli scontri diretti bisogna portare a casa punti e per farlo non serve la buona prestazione, serve la concretezza.

Potrebbe interessanti anche:

Cus Molise, grande successo per l’iniziativa “Una schiacciata alla violenza”

E’ stato un successo il triangolare di volley ‘Una schiacciata alla violenza’ che si è svo…