Le voci correvano già da un po’ a Campobasso. Qualche genitore più che preoccupato. “In pieno centro, ma anche altrove – si diceva, senza scoprirsi troppo – ragazzini di 15, 16, 17 anni hanno atteggiamenti da bulli. Aggrediscono senza motivo ragazzi più piccoli, emulando le gang delle grandi città o quanto vedono in rete e non solo”.
Episodi venuti nelle ultime ore grazie a dei video che sono circolati, in particolare su Whatsapp, uno dei quali pubblicato da Primonumero, che aveva già prima evidenziato il deplorevole fenomeno, in cui si vedono dei ragazzini e un uomo di mezza età colpito con un calcio al petto in Via Cavour.
C’è poi un altro video che circola, in cui c’è un altro uomo che cerca di difendersi da ragazzini che lo strattonano e colpiscono, fino a quando riesce a mettersi al sicuro, entrando da una porta. Tutto filmato e poi condiviso. Tutte circostanze, però, ora al vaglio degli inquirenti. Perché non sono le uniche immagini in mano alla Polizia, alla Squadra Mobile, che sta raccogliendo denunce di genitori e ragazzi i quali finalmente si stanno facendo avanti. Ci sono, infatti, anche altri filmati che riguardano zone centrali di Campobasso, da Corso Bucci al centro storico. Filmati soprattutto di aggressioni a coetanei o ragazzi più piccoli. Futili motivi alla base, uno sguardo di troppo, spacconate che però diventano cose più gravi e pericolose.
La Mobile indaga vagliando attentamente ogni cosa, ogni racconto, ogni prova, considerando che di mezzo ci sono minori. Tutto è partito dall’episodio dei due ragazzi che hanno colpito e ferito al volto un altro ragazzo nei pressi di uno dei centri commerciali all’ingresso della città. Le telecamere, in questo caso, fondamentali.
L’invito delle forze dell’ordine è a denunciare tali episodi, assicurando controlli sul territorio.

Potrebbe interessanti anche:

Termoli,elezioni 2022: persone in fila dalle prime ore del mattino. A mezzogiorno affluenza in lieve calo

Scheda elettorale e ombrello alla mano e in fila davanti ai seggi fin dalle prime ore del …