Almeno un centinaio di persone in un paio di giorni hanno chiesto la prima dose di vaccino. Le nuove regole per il green pass definito rafforzato cominciano a produrre gli effetti sperati e al Cardarelli nel fine settimana le prime dosi hanno subito una impennata.
Una media di 30 persone al giorno chiede per la prima volta la somministrazione del vaccino.
La quarta ondata e la variante Omicron, insieme alle restrizioni sul passaporto verde, hanno indotto molti no vax a recedere dal loro arroccamento. Peraltro, 9 dei 12 ricoverati nell’area medica dell’ospedale non sono vaccinati.
Siamo ormai entrati nel clima natalizio e con le feste che arrivano anche in provincia di Campobasso saranno potenziati i controlli sul possesso del green pass. E’ quanto deciso al termine della scorsa riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Francesco Antonio Cappetta. Hanno partecipato i vertici locali di tutte le forze dell’ordine, l’assessore regionale ai trasporti Quintino Pallante, il sindaco Roberto Gravina e il direttore generale dell’Asrem Oreste Florenzano. Nel dettaglio – hanno fatto sapere dalla Prefettura – saranno controllati con rigore gli esercizi pubblici, le attività di intrattenimento e sportive oltre all’intero sistema del trasporto pubblico regionale e locale.
Sempre la Prefettura ha sottolineato che il rafforzamento dei controlli sul green pass ha l’obiettivo di assicurare che le prossime feste trascorrano in un clima di serenità e di sicurezza.
Prima di riunire il Comitato di sicurezza, i prefetti hanno avuto un colloquio in videoconferenza con la ministra dell’Interno Lamorgese con i prefetti di tutti i capoluoghi di regione proprio per organizzare il rafforzamento dei controlli sul green pass.

Potrebbe interessanti anche:

Malore in auto, muore 91enne a San Martino

Una donna di 91 anni è deceduta nel pomeriggio di oggi a causa di un malore mentre era all…