Tredici ‘Misteri’, 25 edizioni, 100 mila copie distribuite: e’ il leitmotiv che caratterizza il ‘Calendario dei Misteri 2022′. Sara’ presentato domenica 5 dicembre alle 10.30 al Museo dei Misteri di Campobasso, nella sala degli Ingegni ‘Cosmo Teberino’. Doppio anniversario nel 2022, dunque, 25 edizioni del calendario dei Misteri e 25 anni di attivita’ dell’Associazione Misteri e Tradizioni. “Quando fece la sua prima comparsa, timidamente, nel panorama editoriale molisano nel 1997 – spiegano dall’Associazione – forse nemmeno noi ci credevamo. Una piccola idea nata solo dal contributo di amici, senza chiedere nessun finanziamento, trovo’ un’accoglienza tale da rendere tutti entusiasti.. Centomila copie distribuite, raccontano grazie alla mano di artisti, fotografi, pittori, fumettisti, caricaturisti, la storia di una tradizione dalle radici religiose profonde che oggi, attraverso l’attenta regia della grande famiglia dell’Associazione Misteri e Tradizioni, sta ritrovando sempre piu’ splendore e visibilita’”. In copertina, l’immagine di un’opera realizzata dall’artista campobassano Massimo Maglione che ha accolto l’invito con entusiasmo, passione e attaccamento alla propria citta’ riproducendo con il suo stile il Mistero di S. Isidoro ‘La Face’, simbolo dell’Associazione. Nelle pagine interne, accanto ad ‘angioletti’ e ‘diavoletti’ realizzati sempre da Maglione, le immagini dei primi 12 Misteri sono riprese dalle litografie di Pasquale Mattei pubblicate a colori sulle pagine del ‘Poliorama Pittoresco’ del 1856 e accompagnate dalle descrizioni tratte dalle cartoline ed. Trivisonno-Lozzi del 1953, mentre l’immagine del Mistero del Ss.mo Cuore di Gesu’, attribuita a Paolo Saverio Di Zinno, e’ ripresa dal testo di Camillo De Luca ‘Ricordanze Patrie’ del 1856 ed e’ accompagnata dalla descrizione tratta dall’opuscolo realizzato dall’Associazione Misteri e Tradizioni nel 2020. Il calendario sara’ disponibile presso il Museo dei Misteri con un contributo di tre euro.

Potrebbe interessanti anche:

Poggio Sannita non ricorda il Giorno della Memoria, Palomba: “Ancora una volta silenzio”

Poggio Sannita non ha ricordato l’importante Giornata della Memoria. A sottolinearlo…