Il genio della linea, la magia del colore. E’ questo il titolo della mostra dedicata a Giovanni Boldini allestita presso Palazzo Gil a Campobasso presentata questa mattina in conferenza stampa e aperta fino al prossimo 18 aprile.

Ritrattista di fama mondiale, pittore di talento prodigioso, Giovanni Boldini incarnò con la sua opera l’essenza stessa della Belle Epoque.

A curare la mostra, Chiara Vorrasi. L’esposizione si articola in sei sezioni: Ritratti e Autoritratti, Parigi e Dintorni, Lampi di vita nella notte parigina, l’universo dell’atelier, il nuodo e il paesaggio attraverso il temperamento dell’artista, l’eleganza del ritratto tra immediatezza e ufficialità.

La mostra è stata allestita in collaborazione con Metamorfosi Eventi. Grande soddisfazione espressa dal presidente Pietro Folena.

A produrre l’esibizione, la Fondazione Molise Cultura che, dopo Sonika Poietika, Poietika,la mostra dedicata a Goya, Rubens e Fratianni, firma un altro grande evento come sottolinea la presidente, Antonella Presutti.

Dal presidente della Regione Molise, Donato Toma, la conferma di un investimento convinto sulla leva culturale come fattore di sviluppo del territorio.

Il catalogo della mostra, edito dalla Sagep Edizioni, è aperto dalla prefazione di Vittorio Sgarbi.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: un decesso, 507 nuovi casi, 444 guariti e 6 ricoveri

Sale il numero di nuovi positivi in Molise. Sono 507 quelli riportati nell’ultimo bo…