Tra le tante questioni aperte, quello del personale è uno dei temi più urgenti da risolvere nel travagliato sistema sanitario regionale. Una questione che si intreccia a filo doppio col mantenimento dei livelli minimi di assistenza e col diritto alla salute previsto in Costituzione.

Sull’argomento è intervenuta la parlamentare ex 5 Stelle, Rosa Alba Testamento, oggi transitata nelle fila di Alternativa, che ha preso carta e penna e ha scritto al presidente del Consiglio, Mario Draghi. In buona sostanza, Testamento ha chiesto a Draghi di dare seguito alla richiesta inoltrata ormai da tempo dal Forum per la Sanità pubblica di qualità: inviare in Molise i medici di Emergency per far fronte alla carenza di personale. Questo, in attesa che vengano espletati dall’Azienda Sanitaria regionale i concorsi necessari a coprire tutte la carenze dovute da un lato alla mancanza di personale e dall’altro al progressivo collocamento in quiescenza del personale a fine carriera. Complessivamente, il fabbisogno stimato è di oltre 900 persone così come previsto dal piano 2021/2023 predisposto dall’Asrem.

Da pochi giorni, l’azienda regionale ha bandito due concorsi: uno per 5 operatori socio – sanitari e l’altro per 45 infermieri.

Tutto questo, però, richiederà del tempo e di tempo a disposizione non ce n’è più. Oggi in Molise dopo tredici anni di commissariamento – dice Rosa Alba Testamento – mancano medici, infermieri, personale di Pronto Soccorso e di 118, reparti e interi ospedali pubblici, con i livelli essenziali di assistenza che, contrariamente a quanto viene riportato nei documenti ministeriali, non sono minimamente garantiti. Anche con il mio collega al senato Ortis – prosegue sconsolata la Testamento- con forza abbiamo chiesto più volte un intervento al Ministro Speranza, purtroppo fino ad ora inutilmente”.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: un decesso, 507 nuovi casi, 444 guariti e 6 ricoveri

Sale il numero di nuovi positivi in Molise. Sono 507 quelli riportati nell’ultimo bo…