Prosegue la marcia di avvicinamento dei lupi alla seconda gara consecutiva a Selvapiana. Sabato arriva la Virtus Francavilla, sfida importante per la stagione dei lupi. Già, perché dopo aver ripreso quota con il pareggio contro il Foggia, i rossoblu cercano la seconda gioia casalinga, dopo aver maturato solo una volta il +3 tra le mura amiche, lo scorso 3 ottobre contro la Paganese. Il cambio di passo decisivo per maturare la salvezza si deve compiere nel giardino di casa. Avversario forte la Virtus Francavilla, staziona al settimo posto in piena zona play off. La società pugliese è in Lega Pro dal 2016, in questi anni i biancoazzurri non sono mai stati a rischio play out, testimonianza di capacità gestionali ed organizzative per un centro, come quello di Francavilla Fontana, che conta poco più di 30 mila abitanti. La squadra guidata da mister Roberto Taurino è molto concreta, 16 gol fatti (5 meno del Campobasso) e sole 13 reti subite, meno di una a partita. Il Francavilla ha costruito la maggior parte dei punti in classifica in casa, con una disparità abbastanza marcata tra il rendimento interno e quello esterno. L’apice è stato toccato con il netto 3 a 0 rifilato al Bari nel derby giocato allo stadio “Giovanni Paolo II”. Mister Taurino, che tornerà in panchina a Selvapiana dopo tre turni di squalifica, schiera i suoi con un 3-5-2 dove Maiorino (5 centri in stagione) ed Ekuban sono i terminali offensivi. Come detto un collettivo pragmatico, abile a sfruttare gli errori degli avversari, ma di certo alla portata del Campobasso.

Il Francavilla

Mister Cudini prepara la gara di sabato. Da valutare se il tecnico marchigiano deciderà di confermare la difesa a 3 oppure tornare al consueto 4-3-3. La sensazione è che in parte la scelta sarà valutata anche sul possibile recupero di Candellori, un elemento indispensabile nello scacchiere tattico del Campobasso, ad oggi in forte dubbio. Di certo, il rientro di Bontà dalla squalifica garantisce al mister maggiori soluzioni in mezzo al campo. I lupi soffrono sulle corsie laterali, una difficoltà emersa nel corso di queste 15 giornate di campionato, anche per questo Cudini ha optato per rinforzare la difesa con un uomo in più e avere maggiore copertura. Il calcio non è una scienza esatta, e neanche a farlo apposta il gol dei rossoneri è arrivato da un cross dal fondo, ma in una situazione di gioco diversa con un pallone perso in uscita. Una partita che si preannuncia spigolosa, dove probabilmente la squadra che saprà portarsi avanti porterà a casa i tre punti. Per la scelta degli uomini molto dipenderà dal modulo adottato, fermo restando che la squadra vista contro il Foggia soprattutto nel secondo tempo è piaciuta. Assenti sicuri Di Francesco e Menna.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Eccellenza, sold out le presenze al Poce di Riccia per Campobasso – Gambatesa. Firma il classe 2004 Lombari

Dopo una telenovela di qualche ora, si è giunti a stabilire la sede di Campobasso – …