Per qualche giorno ha scelto di non parlare, il geriatra Mino Dentizzi, dopo che il sindaco di Campobasso Roberto Gravina gli ha revocato l’incarico di presidente della Casa di Riposo Pistilli di Campobasso. Ora ha replicato a un video proprio di Gravina, in cui il primo cittadino ha spiegato i motivi della decisione della revoca, “sofferta – ha dichiarato – perché mai sono state messe in discussione le competenze e la professionalità di Dentizzi”. Sotto accusa del sindaco la mancata nomina del direttore sanitario, questioni realive alla rendicontazione gestionale e poi il fatto che lui avrebbe appreso solo dalla stampa del cultesr Covid alla Pistilli di Via delle Frasche.
Dentizzi ha dunque rotto il silenzio e voluto fare delle precisazioni in particolare sull’addebito della mancata nomina di un direttore sanitario.
“Le case di riposo – ha detto – per poter funzionarie devono essere accreditate e per ottenere l’accreditamento devono rispettare precisi e inderogabili requisiti strutturali, organizzativi e di personale. I Comuni che ospitano le case di riposo – ha continuato Mino Dentizzi – sono deputati alla concessione dell’accreditamento e alla verifica periodica del rispetto delle normative stabilite dalla Regione”.
Il geriatra ha precisato che la Casa di Riposo Pistilli di Via delle Frasche è stata accreditata dal Comune di Campobasso. “Se il Sindaco ritiene che non rispetti gli standard organizzativi e di personale – è l’interrogativo di Dentizzi – perché non procede alla revoca dell’accreditamento? Ma non può farlo – ha continuato – perché la struttura rispetta quanto richiesto dalla normativa regionale in cui non è previsto assolutamente il direttore sanitario, infatti nessuna casa di riposo in Molise – ha aggiunto – ne ha uno, ma prevede che la direzione debba essere affidata a un assistente sociale, figura che la Pistilli ha”. Di qui l’invito di Dentizzi al sindaco Gravina di rileggere o leggere per la prima volta il regolamento regionale e in particolare l’articolo 51. “Per ora ci fermiamo qui” ha concluso.

Potrebbe interessanti anche:

Giuseppe Iaciofano, molisano d’origine lancia il suo brand: “Ero una drag queen. Ora vivo di moda a Londra”

Giuseppe Iaciofano parla oggi della sua vita e del suo percorso professionale costellato n…