Un punto meritato, un punto che fa classifica, un punto che da fiducia in vista del prossimo futuro. L’1 a 1 maturato a Selvapiana contro il Foggia, dinanzi ad una bellissima cornice di pubblico, porta in dote tutte le premesse fatte. I rossoneri sono in un ottimo momento di forma, con la striscia attiva di sette risultati utili consecutivi, statistica, che al momento, non può vantare nessun’altra squadra del girone C. Ecco perché la dimensione del pareggio meritato, cresce in considerazione della forza degli avversari. Anzi, a dirla tutta, nella ripresa il Campobasso ha avuto le occasioni per piazzare il colpo del ko, due volte con Rossetti e con il colpo di testa di Magri, sull’uscita imprecisa del portiere rossonero. Il campo ha espresso, tuttavia, un risultato che rispecchia l’andamento complessivo dell’incontro. Una risposta di carattere da parte dei lupi, in particolar modo nella ripresa, la squadra è uscita dagli spogliatoi con la giusta determinazione per cercare la rimonta. Si muove la classifica, un punto che porta il Campobasso a quota 17, per una media che oggi è poco più di un punto a partita, considerate le 15 gare andate in archivio. Nel gruppone appena al di sopra dei play out ci sono anche Latina, Picerno e Paganese insieme ai lupi, con un margine di due lunghezze sul Monterosi, prima squadra all’interno della zona rossa. Infine la fiducia, dopo una batosta come quella di Latina, il rischio era quello di minare le certezze che la squadra ha maturato in questa prima parte di stagione. L’ottima prestazione contro il Foggia, anche in considerazione dei tanti assenti, restituisce ai rossoblu la consapevolezza che in questo campionato si può fare risultato contro tutti.

Importante anche porre un freno ai gol subiti, dopo 10 gol subiti nelle ultime tre gare, si è concessa solo una marcatura agli avversari. Qui bisogna crescere ancora di più, il gol del Foggia è arrivato con una palla persa in una zona sanguinosa del campo da parte di Vitali, e poi il solito cross basso del fondo che crea problemi alla difesa rossoblu. Messina, Catania, Latina, Foggia gol in fotocopia o quasi, palla dal fondo e tap in sul secondo palo, senza dubbio una recidiva presa in esame da Cudini e sulla quale bisogna assolutamente migliorare.

Da oggi si prepara la sfida al Francavilla, prevista sabato, sempre a Selvapiana alle 17.30. Obiettivo tornare al successo in casa, l’auspicio è che almeno in una delle due gare casalinghe previste sino alla fine del girone d’andata, Francavilla e Catanzaro, possa arrivare almeno una vittoria. Il tecnico marchigiano avrà a disposizione Bontà al rientro dalla squalifica, da valutare le condizioni di Candellori e Di Francesco durante la settimana. Sicuro assente Menna, per il difensore centrale serviranno altri venti giorni.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, A2, Cln Cus Molise, sabato al Palaunimol arriva un Ecocity stellare. Mister De Bella: “Il nostro obiettivo è la promozione, guai sottovalutare la squadra molisana”

Una squadra stellare arriverà sabato al Palaunimol per sfidare il Circolo La Nebbia Cus Mo…