Due panchine rosse, simbolo della battaglia contro la violenza sulle donne, sono state inaugurate nel pomeriggio durante il convegno all’Hotel Europa promosso dalla Regione Molise con il patrocinio del Comune di Isernia.
“La violenza non ha confini e spesso ha le chiavi di casa”, questo il tema dell’incontro a cui hanno partecipato numerose personalità, del mondo politico, dello sport, dell’arte e della letteratura.

L’idea dell’incontro è stata quella di spronare le donne, che tra le mura di casa non trovano un rifugio ma una gabbia di terrore, a parlare, a denunciare.
“Io credo che la strada sia lunga e bisogna ancora lavorare molto su un tema della violenza di genere – ha dichiarato l’assessore regionale Alle politiche sociali  Filomena Calenda. Sicuramente l’impegno delle istituzioni deve necessariamente andare in questa direzione, ma credo sia importante sensibilizzare le scuole ed educare gli uomini al rispetto e all’amore per le donne, sin da subito. Fondamentale è iniziare questo percorso tra i banchi di scuola”.


Testimonianze importanti durante l’incontro sono arrivate anche dall’atleta Paralimpica Lorena Ziccardi che ha raccontato la sua storia personale, dalla scrittrice Deborah Alice Riccelli, dalla presidentessa dell’Associazione Veri Clementina Ianniello e dal Procuratore Capo della Repubblica  di Isernia Carlo Fucci.

Le panchine rosse inaugurate durante il convegno saranno installate nel comune di colli al Volturno e nel centro storico della città di Isernia.

#telemolise #molise

Potrebbe interessanti anche:

Neve tra Agnone e Capracotta, strade ghiacciate e automobilisti in panne

L’abbassamento delle temperature e le precipitazioni nevose delle ultime ore hanno d…