E’ la tutela dei minori ricoverati in ospedale l’oggetto del codice etico adottato dalla Regione Molise ed elaborato dalla Garante dei diritti della persona, Leontina Lanciano, di concerto con la Direzione generale della Salute della Regione Molise. Un documento che fa del minore il soggetto e non l’oggetto dei diritti, garantendo la continuità relazionale con la famiglia, il diritto al rispetto e al gioco nell’ambiente ospedaliero. Un lavoro che è anche il frutto di un coordinamento nazionale con i garanti dei diritti.

Alla stesura del documento, come sottolinea Lolita Gallo, direttore generale della salute della Regione Molise, ha dato una fattiva collaborazione la struttura amministrativa regionale.

Soddisfazione per il lavoro svolto è stata espressa dall’assessore regionale Quintino Pallante, presente all’incontro in rappresentanza del presidente della Regione Toma.

All’incontro, nel corso del quale si è parlato anche di minori che si rivolgono direttamente al garante per essere vaccinati in presenza di una resistenza dei genitori, ha partecipato anche il DG dell’Asrem Oreste Florenzano che ha ribadito l’esortazione a immunizzarsi anche alla luce di un dato: le sette persone attualmente ricoverate al Cardarelli sono tutte non vaccinate.

Potrebbe interessanti anche:

Le fiere storiche al santuario di Canneto soppresse, il Gruppo di minoranza “Insieme per Roccavivara” prende le distanze

Le Fiere storiche al santuario di Canneto soppresse, il Gruppo di minoranza “Insieme per R…