E’ un Toma a tutto campo quello che parla nel corso della trasmissione Ingresso Libero. Il presidente della regione e commissario ad acta interviene sui tempi più caldi del momento, a partire da quello di strettissima attualità legato al severo giudizio di parifica espresso dalla Corte dei Conti nei confronti del bilancio regionale. Condivisibili le critiche della magistratura contabile – dice Toma – che non risparmia una stoccata ai suoi predecessori Frattura e Iorio. Quello che ci viene rimproverato è frutto della gestione delle amministrazioni passate.

Altra questione aperta, quella dei trasporti che secondo la Corte dei Conti generano un doppio problema, quello dei costi e quello del contenzioso. A breve la gara per l’affidamento del servizio, questa la risposta di Toma.

Ma la notizia più eclatante sul piano mediatico, è la presa di posizione del presidente Toma nei confronti del Piano Sanitario adottato dal commissario Toma. Nemmeno io lo condivido in pieno, dice, precisando che quello attuale è l’eredità lasciata dal uno dei suoi predecessori, il generale Angelo Giustini.

Toma torna anche sulla questione Gemelli. Il governo, dice, sta istruendo la golden power per valutare la fattibilità dell’operazione di acquisizione al pubblico della struttura.

Sul suo futuro politico, Toma ribadisce quanto già detto in passato: sono a disposizione della coalizione, dice.

Potrebbe interessanti anche:

Tv locali, pubblicato il bando per investimenti in tecnologie innovative

Pubblicato il “Bando per all’erogazione di contributi alle imprese titolari di emittenti t…