Il Tribunale di Campobasso ha condannato tre persone che, nello scorso mese di febbraio, erano state destinatarie di altrettante misure cautelari per aver messo in piedi una estorsione ai danni di un noto imprenditore edile del capoluogo molisano. Ai tre sono state inflitte pene tra 2 anni e 11 mesi e 4 anni e 7 mesi. Lo rende noto la Questura di Campobasso evidenziando che i giudici hanno riconosciuto l’aggravante del metodo mafioso. Sono state infatti riconosciute le responsabilita’ degli imputati confermando che la loro attivita’ era stata portata avanti, cosi’ come ipotizzato dagli inquirenti, con le modalita’ tipiche della criminalita’ organizzata. “La sentenza di condanna – sottolineano ancora i vertici della Questura – conferma l’importanza dell’attenzione che la Polizia di Stato pone nei confronti dei fenomeni di criminalita’ organizzata cercando di contrastare il diffondere degli stessi sul nostro territorio”.

Potrebbe interessanti anche:

Alluvione ad Ischia, anche i Vigili del fuoco di Campobasso sul luogo della tragedia

Anche i vigili del fuoco del Comando provinciale di Campobasso sono andati in soccorso del…