Partiamo dalla fine. Ennio di Lalla che rientra nella sua casa. Per lui è la fine di un incubo durato più di 20 giorni. L’anziano che ha 86 anni è rimasto per tre settimane senza la sua casa dove ha vissuto per decenni e la sua storia ha fatto il giro d’Italia. Di Lalla è molisano, è nato a Casacalenda. Non è sposato e non ha figli e dopo essere andato in pensione dal lavoro di dirigente dell’Acea viveva solo nella sua casa del quartiere Don Bosco a Roma. Tutto tranquillo fino al mese scorso quando, uscito per andare a fare alcuni controlli medici, una volta rientrato ha trovato l’abitazione occupata da una donna di 28 anni che viveva in un campo rom.  La serratura era stata cambiata e la nuova inquilina abusiva aveva anche cambiato nome e cognome sul citofono.

Fortunatamente negli ultimi giorni la vicenda si è risolta con l’intervento della magistratura e delle forze dell’ordine. L’abitazione è stata messa sotto sequestro e la donna è andata via, ma prima si lasciare l’appartamento ha letteralmente saccheggiato ogni stanza portando via anche i ricordi più cari dell’anziano: beni di valore, quadri d’autore, libri rari, una collezione di monete, un’altra di accendini d’oro, orologi, ma anche vestiti e scarpe. Tutto portato via e la casa devastata. La giovane non ha mostrato alcun segno di pentimento e si è detta pronta a “riafre tutto”.

Potrebbe interessanti anche:

Inclusione, iniziativa Associazione persone down e Dynamo Camp a Campobasso

L’inclusione rende il mondo più colorato e un mondo colorato è più bello. Un concett…