Le Amministrazioni di Civitanova del Sannio, di Agnone, di Pietrabbondante e di Poggio Sannita si sono incontrate nella Sala Consiliare civitanovese per confrontarsi sui timori e le perplessità che le rispettive cittadinanze nutrono sul nascente impianto di compostaggio.

L’incontro ha consentito l’acquisizione di informazioni utili all’analisi dei rischi e un di realizzare un approfondimento sullo studio del progetto per sviluppare una comune azione di verifica delle ripercussioni sul territorio e delle valutazioni a riguardo effettuate nell’iter autorizzativo, riservandosi di agire nelle modalità che la legge riconosce affinché la salute, l’ambiente e il patrimonio storico naturalistico di quell’area vengano tutelate e la naturale vocazione agro-turistica dell’area venga preservata.

L’unità di intenti, prospettive e volontà di collaborare dei Comuni di Civitanova, Agnone, Poggio Sannita e Pietrabbondante, già in atto in altri progetti e programmi di sviluppo, trovano nella difesa della salute e nella sicurezza delle rispettive comunità nuova forza e stimolo alla cooperazione e sostegno reciproco.

Potrebbe interessanti anche:

Inclusione, iniziativa Associazione persone down e Dynamo Camp a Campobasso

L’inclusione rende il mondo più colorato e un mondo colorato è più bello. Un concett…