La sosta di Coppa Italia ha dato il tempo alla Frenter Larino di analizzare i primi due mesi di attività. Nelle prime uscite stagionali i bianoneri sono stati chiamati ad affrontare formazioni esperte. Nonostante una rosa ancora da completare e sulle gambe i carichi della preparazione i bianco neri hanno sempre onorato la maglia. Ad analizzare la situazione è mister Di Cuia:”Siamo ancora alla ricerca di un’identità di squadra. Queste prime uscite stagionali, tra Coppa e Campionato, sono servite per conoscerci, capire dove migliorare tecnicamente e definire i nostri obiettivi” – prosegue il tecnico – “ Sicuramente questo percorso sarà lungo ed è proiettato anche al prossimo campionato. I margini di miglioramento del gruppo sono tanti”. È ancora presto per parlare di traguardi o stilare un bilancio. L’appuntamento per tirare una prima riga concreta è rimandato a novembre quando la Frenter Larino ha in programma un doppio turno interno: Arcadia Termoli e Portocannone saranno ospiti della Palestra di Santa Chiara, poi la trasferta di Mafalda. “Sotto il punto di vista societario ho trovato delle persone che sono prima degli imprenditori e poi dei ragazzi che mettono avanti passione , dedizione e amore verso una società storica come la Frenter Larino. – dichiara Di Cuia- Questa spinta e voglia di fare, un allenatore come me, la sente. È motivo di orgoglio avere una società con cui condivide la programmazione e ogni singola scelta”.

Fonte: Ufficio stampa

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Campobasso all’opera per rafforzare la società. In serie D domenica play out per il Vastogirardi

Il nome del nuovo allenatore del Campobasso è atteso nel giro di dieci giorni, per l’inizi…