“Dopo il primo importante passo fatto dall’assessore regionale all’Agricoltura, Nicola Cavaliere, in seno alla Commissione Agricoltura della Camera, non resta che continuare a lavorare in questa direzione per ottenere la modifica della legge nazionale in modo da renderla attuale rispetto alle mutate condizioni faunistiche”. Cosi’ il delegato regionale di Coldiretti Molise, Giuseppe Spinelli, a margine della notizia relativa all’ipotesi di modifica della legge nazionale 157/92 sul contenimento della fauna selvatica. “Il problema dell’aumento incontrollato dei cinghiali – spiega Spinelli – interessa da anni sia le aziende agricole e zootecniche che i privati cittadini; le prime subiscono danni economici incalcolabili che le stanno portando sull’orlo del fallimento, i secondi vedono invece sempre piu’ compromessa la propria incolumita’ personale a causa di incidenti stradali, procurati da branchi che scorrazzano indisturbati lungo le strade e vere e proprie invasioni in parchi e giardini cittadini”.

Potrebbe interessanti anche:

Anziano scomparsa a Bojano, decine di persone impegnate nelle ricerche

Si chiama Incoronata Sebastiano, ha 72 anni e vive da sola a Bojano. E’ stata vista per l’…