Stavamo medicando quella donna quando all’improvviso il figlio ci è saltato addosso e ci ha colpito con calci e pugni.
E’ il racconto dell’ennesima aggressione ai dottori in servizio al posto di guardia medica di via Toscana a Campobasso.
L’ultimo episodio è accaduto sabato scorso, quando una donna accompagnata dal figlio è entrata nello studio grondando sangue dal naso.
L’emorragia – ha raccontato il medico a Telemolise – era importante e copiosa. Insieme al mio collega – ha aggiunto – abbiamo subito tentato di fermare il sangue, che fuoriusciva anche dalla bocca. Ma all’improvviso siamo stati aggrediti.
Prima un calcio sferrato alle gambe, poi il 34enne ha cominciato ad usare le mani contro quei due medici impietriti per l’improvvisa e ingiustificata reazione dell’uomo.
Non c’era stata alcuna avvisaglia di quel raptus – ha detto ancora la vittima dell’aggressione – abbiamo solo avvisato il 118 perché nonostante il nostro intervento l’emorragia non si fermava.
A questo punto il figlio della donna si è avventato contro i due e poi, tirando via la madre, è scappato via.
I due medici hanno chiamato la polizia che dopo una breve descrizione dell’accaduto è risalita all’identità del 34enne: un pregiudicato del capoluogo.
Non lo avevamo mai visto prima, hanno spiegato i due dottori, ribadendo che la guardia medica di via Toscana è un posto di trincea. Il 34enne è stato denunciato per violenza a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessanti anche:

Anziano scomparsa a Bojano, decine di persone impegnate nelle ricerche

Si chiama Incoronata Sebastiano, ha 72 anni e vive da sola a Bojano. E’ stata vista per l’…