Sommossa in carcere a Isernia alla vigilia del lockdown: la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per 16 detenuti. Svolta nelle indagini partite a seguito dei disordini scoppiati nel marzo del 2020.
La sera del 9 marzo, ricorda la Procura, alcune decine di appartenenti alle Sezioni 1e 2 del penitenziario avevano avviato a partire dalle 18,40 circa una protesta sulla falsariga dei tumulti verificatesi su scala nazionale nella medesima giornata, rifiutandosi in gran parte di rientrare nelle rispettive sezioni, danneggiandone o incendiandone arredi e suppellettili nonché parte del sistema di videosorveglianza, creando barricate impedendo alla Polizia Penitenziaria di recuperare il controllo delle sezioni e aggredendo verbalmente e fisicamente, fortunatamente senza conseguenze, gli stessi agenti, nonché riversandosi (taluni) negli spazi aperti del penitenziario al fine di evadere.

Potrebbe interessanti anche:

Anziana scomparsa a Bojano, decine di persone impegnate nelle ricerche

Si chiama Incoronata Sebastiano, ha 72 anni e vive da sola a Bojano. E’ stata vista per l’…