L’Anci Molise prende posizione sulla legge di Bilancio 2021, chiedendo al governo un documento che sia un vero “Manifesto per la ripartenza” e che abbia come obiettivo la crescita. “Questo risultato si ottiene con una robusta riduzione delle tasse sul lavoro, sulle famiglie e sul risparmio – ha spiegato il presidente Sciulli – Due i punti qualificanti si chiede un impegno concreto: una forte riduzione del cuneo fiscale, cioè del costo del lavoro , di 10 miliardi. E’ necessario andare nella direzione della progressiva riduzione della misura separando la platea degli “occupabili”, che sono in grado di lavorare e dunque devono farlo, da tutti gli altri che, invece, devono continuare ad essere destinatari di interventi di welfare” L’Anci inoltre propone la defiscalizzazione alle imprese che investono in sicurezza sul lavoro, attenzione alla ristrutturazione dei debiti delle amministrazioni locali, la proroga delle misure di sostegno all’edilizia: non solo il Superbonus 110%, ma anche gli altri bonus.

Potrebbe interessanti anche:

Anziana scomparsa a Bojano, decine di persone impegnate nelle ricerche

Si chiama Incoronata Sebastiano, ha 72 anni e vive da sola a Bojano. E’ stata vista per l’…