Non c’è tempo per analizzare nel migliore dei modi la sconfitta casalinga contro il Bari, il Campobasso è già mentalizzato sulla trasferta prevista domani sera a Torre del Greco. Alle ore 20, lupi in casa della terza della classe per la decima di campionato da giocare interamente in infrasettimanale. Settimana super impegnativa che si chiuderà domenica a Selvapiana nello scontro salvezza con il Picerno.

Facciamo un piccolo passo indietro, la sfida con il Bari ha palesato la superiorità di un avversario destinato, salvo crolli clamorosi, alla promozione in serie B. Galletti forti in ogni reparto, con esperienza e qualità da vendere, ottima la gara degli uomini di Mignani che hanno aggredito i lupi sin dai primi minuti, per poi chiuderla nella ripresa. In casa rossoblu ci sono diversi elementi positivi, in primis aver tenuto testa per buona parte della gara ad un avversario nettamente più forte, e aver lottato su tutti i palloni con spirito di sacrificio. Inoltre la squadra ha dimostrato carattere, trovando il gol del pareggio con Rossetti in una delle poche sortite offensive. Gli errori difensivi hanno penalizzato i lupi, non si possono concedere due reti su tre in modo così agevole, tutta esperienza da mettere nel bagaglio per l’immediato futuro. La gara contro la capolista era un bonus che Bontà e compagni hanno guadagnato sul campo dopo i successi ottenuti contro Paganese e Monopoli. Una domenica da ricordare per il grande ritorno allo stadio del pubblico di fede rossoblu e della tifoseria ospite che in massa si è riversata in curva sud, giornata bellissima che ci auguriamo di rivivere il prima possibile magari con una vittoria.

il nuovo arrivo Persia

Sul Campionato, il ciclo terribile non è finito, anzi prosegue domani contro la Turris e domenica nella delicata sfida al Picerno. Domani sera c’è subito l’occasione per tornare in campo e cancellare la sconfitta. Non sarà semplice, la Turris ha annichilito il Palermo con un secco 3 a 0, ed è un macchina da gol ben 19 marcature all’attivo per la squadra campana. Le velleità di alta classifica della squadra di Bruno Caneo sono palesi da inizio anno ed i risultati di questo avvio di campionato stanno confermando la forza dell’organico. Mister Cudini potrebbe cambiare qualche elemento per una gestione delle forze opportuna in un trittico di gare così ravvicinate. Il tecnico potrebbe cambiare due – tre pedine anche per avere diverse alternative a gara in corso, di certo le “seconde linee”, almeno in questo momento della stagione, sono chiamate ad offrire una risposta concreta. Sulla squadra, il tecnico marchigiano avrà a disposizione una pedina in più, Angelo Persia. Il centrocampista classe 98 è ufficialmente un nuovo giocatore del Campobasso, come confermato dalla società questa mattina. Persia si sta allenando con la squadra da oltre un mese e finalmente potrà dare il suo contributo sul campo. Arrivato nel mercato invernale dello scorso anno, Persia reduce da un lungo infortunio, si era fatto male nuovamente in allenamento. Successivamente una nuova operazione per una pulizia del ginocchio, gli ha fatto saltare tutta la stagione in serie D. Un ragazzo che nel momento in cui ha saputo di doversi operare ha chiesto la rescissione del contratto al Campobasso per non gravare sulle spalle della società senza poter dare il suo contributo, ora una nuova opportunità, più che mai meritata offerta dalla società del Campobasso, per un giocatore di cui si parla un gran bene e sicuramente in debito con la fortuna. Ora attendiamo di vederlo all’opera per offrire una mano importante alla causa rossoblu. 

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, Campobasso così non va. Bilancio negativo negli scontri diretti

Sconfitta pesante a Vibo Valentia per i lupi, i calabresi passano nei minuti finali grazie…