L’esordio stagionale in competizioni ufficiali per la Hidro Sport ha preso il via dalla suggestiva location di Positano, nel cuore della costiera amalfitana. Giovanni Oriente è il portacolori giallo-blu che si è misurato, egregiamente visto il risultato finale, con i più grandi specialisti del nuoto in acque libere, in quello che rappresentava l’ultimo appuntamento di uno spettacolare circuito di nuoto in acque libere.
Questa formula di Open Series che porta il nome di “DominateTheWater” ha preso il via nel mese di Giugno con la tappa di Piombino, è proseguita poi con l’appuntamento calabrese nelle acque di Paola (CS) ad Agosto, ancora Piombino per altre 2 sessioni di gare il 2 e 3 Ottobre, trasferimento in Sardegna ad Alghero il 9 e 10 Ottobre e si conclude appunto nelle acque del tirreno di Positano.
Le competizioni hanno tenuto impegnati gli atleti su distanze varie, a partire dal miglio marino, fino ai 5000 metri, passando anche per 2500 e 3000 metri; distanze miste tra il nuoto di mezzofondo e di fondo che richiedono agli atleti grande flessibilità ed adattamento fisico, in condizioni di sforzi che spaziano da una durata di circa 20 minuti fino ad oltre 1 ora di gara, spesso influenzate anche da variazioni repentine delle condizioni del mare che richiedono ulteriore capacità di adattarsi allo stile natatorio richiesto in funzione della circostanza.
Giovanni, già protagonista di un ottimo percorso di crescita, si è battuto spalla a spalla fino all’ultimo metro con atleti di caratura nazionale ed internazionale in questa tappa di Positano, brillantemente organizzata dalla società Olimpic Nuoto Napoli. Il percorso si è snodato su 3 giri di circa 800 metri ciascuno, davanti alla Spiaggia Grande, in un triangolo che ha portato gli atleti a nuotare verso sud per circa 350 metri, affrontare 2 boe orizzontali di circa 50 metri ed un ultimo tratto di ritorno verso la spiaggia di circa 400 metri, in un lunghissima progressione con sprint finale dove gli atleti si sono contesi vittoria e piazzamenti in un testa a testa intenso e mozzafiato. Giovanni Oriente, rimasto sempre agganciato al gruppetto di testa, ha reagito perfettamente ad ogni accelerazione imposta dalla testa del gruppo, dimostrando ancora una volta eccellenti doti di resistenza allo sforzo ed alto livello di sopportazione della fatica, qualità premiate con il settimo posto finale assoluto ed il quinto tra gli Juniores.
Comprensibile la soddisfazione a fine gara, sia dell’atleta che dello staff che lo ha accompagnato, benzina sul fuoco che accende i riflettori su una stagione lunga e fitta di appuntamenti regionali, nazionali ed internazionali.

Fonte: Ufficio stampa

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, Campobasso così non va. Bilancio negativo negli scontri diretti

Sconfitta pesante a Vibo Valentia per i lupi, i calabresi passano nei minuti finali grazie…