Le difficoltà oggettive per la sanità molisana di reperire personale specializzato trovano nuove conferme nell’ennesimo concorso, quello per sette posti a tempo indeterminato, ‘snobbato’ dai medici. Questa volta si tratta dei pediatri. Dal verbale della Commissione esaminatrice dell’Asrem emerge, infatti, che alle prove d’esame era presente una sola candidata. La professionista è risultata idonea ed è stata assunta a tempo indeterminato. Sempre per fronteggiare la carenza di personale l’azienda sanitaria ha anche bandito un concorso, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo indeterminato di 45 Infermieri. Un provvedimento questo duramente contestato però dal sindacato come spiega Carmine Vasile, segretario regionale della Fials: “In base al fabbisogno attuale serviva un concorso per 200 posti e non 45”. L’Azienda sanitaria intanto ha anche prorogato fino al prossimo 31 ottobre i contratti di collaborazione per 17 medici venezuelani dell’Associazione ‘Venezuela: la piccola Venezia’. E sempre a causa della situazione di emergenza in atto ha anche stipulato altri sei contratti con altrettanti medici della stessa associazione.

Potrebbe interessanti anche:

Pescolanciano, il Sindaco Manolo Sacco nomina la sua giunta

Grande riconferma alle amministrative 2021 per Manolo Sacco, già Sindaco di Pescolanciano …