«Ben venga la previsione della tutela dell’ambiente in Costituzione, ma ritengo che a questa importante modifica della nostra carta fondamentale debbano seguire scelte politiche coerenti con la significativa riduzione degli impatti ambientali e la tutela della salute pubblica se si vuole veramente dare un taglio netto al passato. Per questo ho presentato un emendamento al disegno di legge che, appunto, introduce la tutela dell’ambiente in Costituzione, affinché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata anche in funzione della tutela della salute dei cittadini». Lo dichiara Rosa Alba Testamento, parlamentare molisana alla Camera dei Deputati.

«Sull’intero territorio nazionale – continua la parlamentare – vi sono centinaia di impianti, centrali per la produzione di energia, raffinerie, industrie chimiche, inceneritori e siti vari di stoccaggio dei rifiuti che durante il loro ciclo produttivo liberano consistenti emissioni in atmosfera o rilasciano inquinanti nei suoli e nelle falde idriche. Fra l’altro, diversi di questi impianti e infrastrutture, proprio a causa della loro sconsiderata gestione, sono sottoposti a denunce, sequestri e procedimenti penali da parte della magistratura.

A fronte di un contesto così fortemente critico, bisogna velocemente invertire la tendenza perché – conclude Testamento – pur riconoscendo l’importanza della libera iniziativa economica privata, non è più tollerabile che per mere logiche di profitto vengano messe continuamente in pericolo la salute e la vita di intere comunità»

Potrebbe interessanti anche:

Pescolanciano, il Sindaco Manolo Sacco nomina la sua giunta

Grande riconferma alle amministrative 2021 per Manolo Sacco, già Sindaco di Pescolanciano …