Una cinquantina di persone hanno partecipato questo pomeriggio a Campobasso, davanti alla Prefettura del capoluogo molisano, ad un presidio-assemblea per esprimere vicinanza e solidarietà a Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace  condannato in primo grado a 13 anni di reclusione. All’iniziativa hanno aderito alcuni sindaci, diverse associazioni, sindacati, partiti politici, la Caritas, l’Unione degli Studenti, le riviste “Il Bene Comune” e “La Fonte” e l’Anpi. “Lucano è stato condannato – è stato ribadito nei vari interventi – semplicemente per aver accolto e salvato persone provenienti da ogni parte del mondo. Persone di ogni etnia che hanno corroborato il nobile progetto di salvare il suo comune dallo spopolamento e dall’abbandono proponendo un processo reale di integrazione osservato con interesse a livello globale. Riace ha saputo diventare un modello fecondo di pace e di solidarietà, apprezzato ed emulato in tutto il mondo”. Durante l’iniziativa il sindaco di Castelbottaccio Nicola Marrone ha annunciato che il suo paese concederà a Lucano la cittadinanza onoraria.

 

 

 

Potrebbe interessanti anche:

Pescolanciano, il Sindaco Manolo Sacco nomina la sua giunta

Grande riconferma alle amministrative 2021 per Manolo Sacco, già Sindaco di Pescolanciano …