L’assalto di una teppaglia criminale alla sede nazionale della Cgil ha prodotto l’immediata reazione del sindacato che ha indetto un’assemblea nazionale presieduta dal segretario generale Maurizio Landini che ha condannato aspramente l’accaduto come l’azione di matrice fascista a capo della quale si è posto il movimento politico Forza Nuova.

Tra le iniziative immediatamente predisposte in segno di protesta, c’è l’apertura e il presidio di tutte le sedi provinciali e regionali del sindacato.

Anche il Molise ha risposto senza esitazioni alla chiamata. Assemblea molto partecipata e presidio questa mattina nella sede di via Mosca a Campobasso. Presenti i massimi dirigenti, in collegamento con la sede di Roma.

L’attacco alla Cgil, spiega il segretario regionale De Socio, è frutto delle scelte coraggiose fatte dal sindacato.

In un clima che sembra essere tornato agli anni ’70, si pone con forza il tema delle infiltrazioni criminali all’interno dei movimenti di protesta

Cgil, Cisl e Uil hanno programmato per sabato prossimo una manifestazione nazionale di protesta.

Potrebbe interessanti anche:

Isernia, raccolta firme per l’associazione “Non ti scordar di me”

L’associazione Non ti Scordar di me, in Piazza Stazione oggi a Isernia per una raccolta fi…