Operazione antidroga a Campobasso. Dalle prime luci dell’alba i carabinieri della Compagnia del capoluogo, supportati da militari delle Compagnie di Bojano e Montesilvano, dal Nucleo Investigativo di Campobasso, dai cani antidroga del Nucleo Cinofili di Chieti e con l’ausilio di un elicottero dell’Arma arrivato da Pescara, hanno eseguito una serie di perquisizioni che hanno riguardato diverse zone ed abitazioni del capoluogo. Complessivamente sono stati impegnati oltre 40 militari che hanno sequestrato 65 grammi di eroina. Inoltre è stata eseguita una ordinanza di misura cautelare in carcere, disposta dal gip Roberta D’Onofrio, nei confronti di una persona resasi responsabile di numerose cessioni di eroina a tossicodipendenti. L’uomo, che si trova nel carcere di Foggia, aveva dato vita ad una attività di spaccio che aveva la base operativa nella sua abitazione in un quartiere popolare di Campobasso.Le perquisizioni, oltre che il capoluogo, hanno riguardato anche Bojano e Montesilvano, in Abruzzo. Durante le indagini – ha spiegato il procuratore Nicola D’Angelo – sono state documentate 140 cessioni di eroina e 10 acquirenti sono stati segnalati alla Prefettura per sanzioni amministrative in quanto consumatori. L’operazione è stata chiamata “6-MAM” dal nome del tipo di eroina che veniva spacciata. La cessione delle dosi avveniva ad ogni ora del giorno e della notte. L’uomo arrestato riceveva gli acquirenti direttamente nella sua abitazione o nelle vicinanze.

Ulteriori dettagli dell’operazione verranno resi noti nel corso della mattinata con un comunicato stampa della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Campobasso e da una conferenza stampa che si terrà presso gli uffici del Comando Provinciale dei Carabinieri di Campobasso alle 11.

Potrebbe interessanti anche:

Trovato senza vita nel lago il corpo di Lucio Grasso, ex portiere del Riccia

Dopo 48 ore di ricerche è stato ritrovato senza vita il corpo di Lucio Grasso, il pescator…