SONY DSC

Dopo Cardiologia in affanno nuovi problemi al San Timoteo: questa volta arrivano dal reparto di Chirurgia dove fino alla fine di settembre per carenza di personale, sui turni di notte le urgenze verranno trasferite o in altri ospedali molisani o addirittura fuori regione.

A denunciare la situazione il Comitato Basso Molise Bene Comune che rende noto un documento ufficiale firmato dal responsabile del reparto Michelino De Santis.

La mancanza di personale all’ospedale San Timoteo di Termoli, più volte denunciata dai comitati e dai medici, resta una piaga da curare.

“Poiché il dirigente medico, con facoltà di essere esonerato dal lavoro notturno in quanto genitore di minore di 3 anni, che si era reso disponibile a coprire nel mese di agosto 14 reperibilità notturne, ha comunicato che, suo malgrado, non può assicurare più di 10 turni di reperibilità notturna durante il corrente mese di settembre, venendosi così ad acuire la già nota criticità di personale medico e di quelli che possono svolgere il lavoro notturno, e in considerazione, come più volte comunicato a codesta direzione aziendale, della necessità di concedere i 15 giorni di riposo biologico ai sanitari aventi diritto, si comunica – è scritto nella nota di De Santis – il seguente turno di servizio diurno e le reperibilità notturne che, dal 25 settembre 2021, saranno coperte dalla sola reperibilità sostitutiva senza quella integrativa. Pertanto da tale data, si dovrà prevedere il trasferimento presso altri presidi ospedalieri regionali o extraregionali di confine, eventuali urgenze chirurgiche notturne non differibili alla mattina seguente”.

Potrebbe interessanti anche:

Castrataro eletto Sindaco, gli auguri di Saia: “Studiare strategie coordinate per il rilancio dell’intera Provincia”

Lo spoglio delle schede di voto relative al ballottaggio per le amministrative 2021 di Ise…