Questa mattina riunione speciale della commissione di vigilanza allo stadio di Selvapiana. È arrivato l’ok in deroga per l’aumento della capienza dell’impianto a 7500 posti già per la partita di domenica, prevista alle 14.30 contro la Fidelis Andria. Arriva dunque un provvedimento con riserva proprio per aumentare la capienza a 7500 spettatori, e sistemare in un secondo momento tutte le problematiche. Un provvedimento che va a garantire un afflusso maggiore di pubblico sugli spalti già per la sfida ai pugliesi. La società ed i tifosi rossoblu possono esultare per un aumento quanto mai atteso. Ricordiamo che, considerate le normative vigenti di contenimento del Covid, la capienza è ridotta al 50 percento, per questo da domenica la capienza massima dello stadio sarà di 3750 posti. Finalmente aggiungiamo noi, è prevalsa la linea del buon senso da parte delle autorità competenti, in attesa di sistemare tutte le problematiche esistenti.

Parlando di campo i lupi si preparano a ricevere la Fidelis Andria. I pugliesi guidati da mister Luigi Panarelli hanno due punti in classifica, due pareggi contro la Juve Stabia all’esordio in campionato e contro la Vibonese domenica scorsa. Soli due gol fatti e cinque subiti, una squadra quella biancoceleste che ancora non trova la dimensione giusta, come del resto la maggior parte delle compagini del girone C. La sensazione è che il campionato non sia ancora partito al cento percento, diverse squadre sono in rodaggio e i risultati sono la prova concreta. Partite in assoluto equilibrio con poche occasioni da gol, per questo domenica ci aspettiamo un’altra gara su questa false riga. Fidelis Andria che arriverà a Selvapiana con un atteggiamento guardingo, lupi pronti a scardinare la difesa avversaria e cercare i primi punti casalinghi.

Mister Cudini dovrebbe riproporre la stessa base delle ultime due uscite, pacchetto difensivo confermato, con Sbardella regolarmente al suo posto nel ruolo di terzino destro dopo qualche noia fisica avuta in settimana. In mediana conferme per Candellori, Tenkorang e Bontà, in attacco l’unico certo del posto è Mattia Rossetti. Anche a Castellamare, in una gara spigolosa e con poche situazioni offensive, Rossetti è stato bravo a lavorare nel migliore dei modi i pochi palloni giocati. Ai suoi fianchi i soliti ballottaggi, Liguori, Vitali, Di Francesco ed Emmausso si contendono due maglie da titolari. Sabato scorso il tecnico ha scelto Di Francesco e Vitali, per quest’ultimo prima gara da titolare superata con pieno merito. Un match di sacrificio, sempre pronto al ripiegamento difensivo, e a riproporsi in avanti. Vitali potrebbe trovare nuovamente spazio domenica, ma prevedere le scelte di Cudini in attacco non è facile. La sensazione è che il tecnico modificherà le sue decisioni in base all’avversario da affrontare e agli allenamenti della settimana, almeno fin quando uno dei quattro emergerà con continuità per conquistarsi la maglia da titolare. La competizione è un bene, avere diverse frecce nell’arco è sempre un elemento positivo, ed in quest’ottica Cudini sta offrendo possibilità a tutti i suoi esterni offensivi. Sempre out per infortunio Ladu e Parigi, ultima giornata di squalifica per Fabbriani che tornerà a disposizione nella sfida infrasettimanale contro il Palermo.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, Campobasso domani ospite della Turris. Ufficiale, Persia è un nuovo giocatore rossoblu

Non c’è tempo per analizzare nel migliore dei modi la sconfitta casalinga contro il Bari, …