Un punto che fa classifica, un punto che garantisce continuità, un punto meritato. A Castellammare di Stabia il Campobasso ha messo in campo una sagacia tattica di alto profilo. Squadra alta e aggressiva nel primo tempo, concentrata e attenta nella ripresa. Nel mezzo una X che è senza dubbio il verdetto più giusto maturato sul campo. Gli uomini di Cudini hanno dimostrato maturità nel giocare senza timori reverenziali in casa di una delle squadre più attrezzate del torneo. Nota assolutamente positiva, i rossoblu di certo non difettano di personalità, una componente necessaria per mantenere la categoria. Nel primo tempo, qualche ripartenza poteva essere gestita in modo migliore, in più circostanze il pressing dei lupi ha portato ad una superiorità numerica non sfruttata nel migliore dei modi. In attacco si è graffiato poco, ma come detto la partita è stata molto tattica, bloccata e con nessuna occasione degna di nota da entrambe le parti. Ottima la prova dell’intero pacchetto difensivo, Raccichini compreso. Attento e vigile il giovane portiere del Campobasso che sembra, in queste prime uscite, il parente forte dell’estremo difensore visto nella passata stagione. Diversi giovani sono maturati, abbiamo detto di Raccichini, vogliamo aggiungere anche Tenkorang, la mezz’ala cresce gara dopo gara, abile a contrastare, inesauribile sia nell’accompagnare l’azione che nel ripiegare in fase difensiva. Cudini sorride la squadra risponde e i punti stanno arrivando. Primo clean sheet, per la prima volta in stagione la porta dei lupi è rimasta inviolata, altro dato positivo che arriva dalla sfida contro la Juve Stabia.

Vitali in azione

Oggi la ripresa degli allenamenti per iniziare a preparare la sfida di domenica alle 14.30, a Selvapiana, contro la Fidelis Andria. La quinta giornata del girone C si giocherà quasi interamente domenica, eccezion fatta per il posticipo di lunedì sera tra Catanzaro e Catania. La contemporaneità è dovuta al turno infrasettimanale previsto mercoledì 29. Il Campobasso dopo la sfida alla Fidelis, sarà di scena al Renzo Barbera di Palermo, poi nuovamente in casa, nel giro di una settimana, avversario domenica 3 ottobre la Paganese. Dunque ci si prepara per un mini filotto ravvicinato, l’obiettivo è quello di maturare il primo successo casalingo, si spera già domenica prossima. Gli assenti di Castellammare, Ladu, Parigi e Fabbriani saranno out anche contro l’Andria, il terzino destro in età minutaggio tornerà a disposizione in terra siciliana dopo aver scontato il terzo turno di squalifica.

Questione capienza dello stadio di Selvapiana, atteso il parere della Commissione di vigilanza sul possibile ampliamento della capienza complessiva. Abbiamo raccontato nel dettaglio la situazione nei giorni scorsi, sembra che ci siano alcuni problemi difficilmente risolvibili nell’immediato, a partire dalla collocazione della sala gos. Le notizie non sono positive e la capienza non dovrebbe essere ampliata.

Chiosa sul girone, ieri sera il big match di giornata tra Monopoli e Avellino si è chiuso a reti bianche. Un’altra partita da “under”, ben otto su dieci le sfide terminate con meno di tre reti complessive. Il Monopoli resta in vetta, ora in compagnia del Bari, mentre i lupi irpini non riescono ancora a sbloccare lo zero alla voce vittorie. Avellino a 4 punti, 4 pareggi per la squadra di Braglia che non riesce a cambiare passo.

Potrebbe interessanti anche:

EnergyTime Spike Devils, firma lo schiacciatore Enrico Scarpi

L’Energy Time Spike Devils Campobasso si è assicurata le prestazioni di Enrico Scarpi, sic…