Continua a tenere banco il Piano Operativo Sanitario 2019 – 2021 appena adottato dal commissario ad acta alla Sanità, Donato Toma. Questa mattina conferenza stampa dell’ex Governatore Michele Iorio e attuale consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Michele Iorio. Quello di Toma, dice, è un piano contraddittorio sin dalla genesi, dice Iorio, paragonando il commissario a Nembo Kid e Superman per la rapidità con la quale si è prima attribuito il documento e poi – scendo Iorio – facendo macchina indietro, lo ha scaricato sull’ex Commissario Giustini. Toma non dice come le cose stanno effettivamente, questa la posizione di Iorio che, citando una sentenza della Corte Costituzionale, propende per la illegittimità del piano.

Sul fronte delle lacune del piano relative alle specialità e discipline che mancherebbero dal documento, la posizione di Iorio è netta: se Toma sostiene che nulla verrà toccato, allora lo metta nero su bianco

Mentre la polemica divampa, dalle opposizioni a Toma, interne ed esterne al centrodestra, si affilano le armi in vista del Consiglio regionale straordinario – dedicato proprio al POS – calendarizzato per il prossimo 27 settembre. Iorio parla di possibile mozione di sfiducia al governatore.

Potrebbe interessanti anche:

Pescolanciano, il Sindaco Manolo Sacco nomina la sua giunta

Grande riconferma alle amministrative 2021 per Manolo Sacco, già Sindaco di Pescolanciano …