A grandi passi il Campobasso si avvicina alla trasferta di Castellammare di Stabia. Si è rivisto il centrocampista Ladu sul campo, con un lavoro differenziato e questa è senza dubbio una notizia molto positiva per Cudini. Tuttavia, il tecnico sta registrando una parabola ascendente di Tenkorang che fa ben sperare per il futuro. Da qualche giorno si allena con il gruppo anche Angelo Persia che qualche mese fa aveva stretto un accordo con la società salvo revocarlo nel giro di qualche settimana per un infortunio che non gli avrebbe consentito di scendere in campo. A proposito di Persia, la società si riserverà delle valutazioni da qui ad un mese circa il possibile ingaggio del giocatore. Le sensazioni che portano alla partita contro gli stabiesi di Novellino sono discrete: Cudini ha la possibilità di disegnare una formazione in base alle esigenze tattiche certo, ma anche secondo le indicazioni espresse dalla trasferta vincente di Viterbo. Il Campobasso anti Monterosi è stata la solita squadra arrembante ad inizio gara come richiede puntualmente il tecnico, più razionale nel palleggio e con meno ingenuità rispetto alla settimana precedente. Cudini ha puntato il dito contro la gestione del secondo tempo che sarebbe potuta essere migliore: d’altronde, lo stesso finale 3-2 che passerà certamente alla storia come il primo successo dei rossoblu al ritorno nei pro, non rende esattamente l’idea della partita che ha fatto il Campobasso e della superiorità dimostrata. Per i giocatori è stata quasi una liberazione vincere a Viterbo contro una diretta concorrente per la salvezza.

Anche in Campania il Campobasso dovrebbe avere un discreto numero di tifosi al seguito cosi come è stato a Viterbo. La squadra è seguita anche dai campobassani fuori sede sparsi per l’Italia per motivi di studio o di lavoro. Qualcuno si è già adoperato per prenotare i biglietti aerei in vista della trasferta a Palermo in programma mercoledì 29 settembre. A proposito della capienza di Selvapiana, diremo che la commissione provinciale di vigilanza dei pubblici spettacoli ispezionerà nuovamente lo stadio nella giornata di domani. È la seconda circostanza nel giro di due settimane. Ricordiamo che nella prima la commissione ha accordato una capienza massima di quattromila spettatori. Dopo la visita di domani ci si attenderebbe, se ne ricorreranno i presupposti, un incremento fino alle 7500 presenze.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, Cln Cus Molise, pari per l’under 19 nel derby contro lo Sporting Venafro

SPORTING VENAFRO      2 CLN CUS MOLISE              2 (1-2 primo tempo)  Sporting Venafro:…