Riceviamo e pubblichiamo il messaggio del presidente Toma in occasione dell’avvio delle lezioni.

«L’avvio delle lezioni scolastiche è un momento molto importante. In questi lunghi mesi, caratterizzati  dall’emergenza pandemica, il mondo della scuola ha dovuto affrontare una situazione mai vissuta in precedenza. Organizzare le attività didattiche, conciliare le esigenze di tutti, evitare di interrompere percorsi di studio e apprendimento: non è stato affatto semplice. Pertanto, va dato merito alle istituzioni scolastiche, ai dirigenti, ai docenti, al personale di essere riusciti, nonostante le innumerevoli difficoltà, a garantire la continuità didattica.

In questi mesi, i nostri ragazzi hanno imparato a sperimentare nuove modalità di apprendimento, a partire dalla didattica a distanza. Ma noi crediamo che la didattica migliore sia quella in presenza, perché tablet, pc, smartphone, per quanto utili, non potranno mai sostituire la bellezza di un abbraccio, il piacere dello stare insieme, la validità di un apprendimento che poggia il suo fondamento sul rapporto umano: il confronto diretto con i docenti, la possibilità di interagire, di guardarsi negli occhi dal vivo.
La pandemia – non possiamo nasconderlo – ha cambiato le nostre vite, ci ha costretti a ripensare le giornate, a riorganizzare spazi e attività. Tutti abbiamo il desiderio di tornare alla tanto attesa normalità. Perché ciò sia possibile, bisogna continuare a rispettare le regole, indossare la mascherina nei luoghi chiusi, rispettare le distanze. Bisogna proseguire con la campagna vaccinale. Nella nostra regione il dato relativo al personale scolastico vaccinato è tra i migliori d’Italia. Stiamo procedendo bene anche con le somministrazioni ai ragazzi, dobbiamo insistere e continuare.
Alle studentesse, agli studenti, alle loro famiglie, ai dirigenti, ai docenti e a tutto il personale della scuola molisana, auguro un proficuo anno scolastico a nome mio e della Regione Molise».

Potrebbe interessanti anche:

Piano sanitario, la Cgil contesta mancata concertazione. Lunedì presidio davanti al Consiglio regionale

Pieno rispetto dei lavoratori della sanità e offerta qualificata e diffusa di servizi: è l…