Il presidente del comitato “Santissimo Crocifisso” di Canicattì in visita a Trivento, accolto dal sindaco e dall’associazione “Un Filo che unisce”. Dopo il Patto di Amicizia stipulato tra le amministrazioni comunali di Trivento e Canicattì, e dopo l’evento da remoto che ha sugellato questo importante intesa tra le due comunità, come da promessa il presidente del comitato “Santissimo Crocifisso”, Angelo Bannera, assieme ad una delegazione ha fatto visita a Trivento. Ricordiamo che questo forte legame tra le due comunità è nato grazie all’associazione triventina, “Un Filo che Unisce” alla quale è stata fatta richiesta di collaborazione dalla scuola “Crispi” per la festa de “Lu tri di maiu” o la festa del Crocifisso, organizzata, appunto, dall’omonimo comitato. Per l’occasione, è stata realizzata una grande croce con le piastrelle ad uncinetto. Bannera ha portato i saluti del sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, dell’assessore Angelo Cuva e della professoressa del “Crispi”, Maria Stella Ragona. “Con grande soddisfazione, assieme al presidente Michela Anziano ed Emma De Iulio, abbiamo ricevuto la visita del presidente Bannera – ha riferito Pasquale Corallo – questo è il primo appuntamento, avremo altri momenti sia a Canicattì che a Trivento, al fine di intensificare il Patto di amicizia stipulato. La delegazione di Canicattì ha avuto modo di apprezzare il nostro centro storico, con i vari allestimenti realizzati dall’associazione “Un Filo che unisce”, con il “Giardino dei balocchi” in zona Piano. Poi abbiamo visitato la Cripta e fatto conoscere la nostra Trivento con tutte le sue bellezze. C’è stato uno scambio di doni – ha concluso Corallo – e ci siamo ripromessi di incontrarci presto perché crediamo in questo percorso comune appena intrapreso”.

Potrebbe interessanti anche:

“Molis3SenzaSostanze Stupefacenti”, cerimonia di premiazione delle scuole partecipanti

Nell’Auditorium della “Ex Gil” di Campobasso si è svolta la cerimonia di premiazione del C…