I vaccini salvavita per soggetti allergici alle punture di imenotteri (api, vespe, calabroni) dovranno essere rimborsati interamente dalla Regione Molise, “c’e’ l’impegno del Consiglio regionale per garantire le terapie”. Cosi’ il consigliere regionale Angelo Primiani (M5s) commenta la decisione dell’Assemblea. “Oggi – ha detto – ho portato in aula il problema, ottenendo il voto unanime alla mia mozione”. “Il Molise – ha ricordato l’esponente della minoranza – era l’unica Regione a non aver colmato una lacuna normativa, nata nel 2017. Prima i vaccini salvavita contro le punture di insetti erano ricompresi nei Lea e, dunque, coperti dallo Stato. Da circa 4 anni, invece, ogni Regione poteva disporre le modalita’ di erogazione dei rimborsi, totali o parziali, per le diverse tipologie di immunoterapia. In Molise, dal 2021 il vaccino e’ definitivamente diventato a pagamento”.

Potrebbe interessanti anche:

Agnone, nasce il ‘Museo della Bilancia’ grazie al partenariato pubblico-privato

Il Comune di Agnone ha approvato la proposta di partenariato pubblico-privato avanzata dal…