In Molise i contagi sono in lieve aumento ma rispetto al resto d’italia manteniamo i dati migliori. Lo conferma il settimanale monitoraggio dell’istituto superiore di sanità. L’indice Rt della regione è in calo ed è il più basso d’Italia. E’ 0,27 contro lo 0,49 di venerdì scorso. La regione resta tra quelle con rischio moderato, ma è quella con il dato migliore in Italia anche l’incidenza settimanale dei nuovi casi ogni 100mila abitanti: 24,6 mentre la soglia di allarme è 50. Sotto controllo al momento anche la situazione negli ospedali con le percentuali dei posti occupati nettamente al di sotto delle soglie d’allarme: in area medica i posti impegnati sono il 4 per cento (con la soglia fissata al 15) mentre in terapia intensiva il tasso è al 2,6 (con la soglia fissata al 10). Intanto in vista della ripartenza dopo l’estate il presidente della Regione Toma fa il punto sui vaccini, “Con oltre 390mila dosi somministrate siamo a buon punto – evidenzia il governatore – e pensiamo a settembre di raggiungere l’immunità di gregge, sempre che si presentino tutte le persone che si devono vaccinare”. Quindi annuncia che sempre in autunno si comincerà con la somministrazioni delle terze dosi. Sul fronte scuola, Toma dice che “riguardo ai giovani in età scolare siamo a buon punto mentre il personale scolastico è pressoché tutto vaccinato. Ci sono diverse decine di unità che non si sono volute vaccinare, speriamo si convincano”.

Potrebbe interessanti anche:

Il porto di Termoli inserito nel Sistema portuale Adriatico meridionale. Toma: “Occasione di sviluppo”

Quello che si potrebbe aprire – è proprio il caso di dirlo – è un mare di opportunità. Par…