L’ex brigatista molisano Maurizio Di Marzio, ultimo ex terrorista rosso arrestato tre giorni fa in Francia nell’ambito dell’operazione Ombre Rosse, ha rifiutato, come previsto, l’estradizione richiesta dall’Italia durante la prima udienza di ieri alla Corte d’Appello di Parigi. Subito dopo l’udienza al Palazzo di Giustizia, il 61enne e’ uscito da una porta secondaria senza rilasciare dichiarazioni ai reporter italiani presenti sul posto. Di Marzio, che è già stato rimesso in libertà, deve scontare in Italia una pena di cinque anni e nove mesi. La prossima udienza nel processo di estradizione e’ stata fissata per il 6 ottobre. In quell’occasione “sara’ esaminata la questione della prescrizione e poi le altre questioni legate alla richiesta di estradizione”, ha dichiarato William Julie’, avvocato di Di Marzio.

Potrebbe interessanti anche:

Festività di sant’Emidio a Roccavivara: realizzata una treccia di grano record lunga 310 metri. Madrina d’eccezione, la giornalista Selvaggia Lucarelli

Festività di sant’Emidio a Roccavivara: realizzata una treccia di grano record lunga 310 m…