In Lega Pro sono scaduti i termini per presentare domanda di ripescaggio. Ad oggi, sono sei i posti liberi in terza serie per le esclusioni della Covisoc, poi confermate dal consiglio federale, più un altro per la rinuncia del Gozzano. Per i sei posti si procederà al ripescaggio, con l’ultima parola, lo ricordiamo, che spetterà al Collegio di Garanzia del Coni, il 27 luglio, al contrario per sopperire alla rinuncia del Gozzano si procederà ad una riammissione, che ricordiamo non prevede il pagamento della tassa a fondo perduto. Per quanto riguarda i ripescaggi tutto pronto per il Cosenza – che punta a prendere il posto del Chievo in Serie B – mentre in serie C ad aver avanzato richiesta ecco le retrocesse Arezzo, Fano, Lucchese, Pistoiese e Bisceglie e le squadre dei dilettanti Latina, Fidelis Andria e Siena. Sono dunque 9 i club, 1 dell’ex serie B, poi cinque di C e tre di Serie D, a sperare in una chiamata, rinuncia in extremis il Rimini, mentre sulle riammissioni l’FC Messina dovrebbe sostituire il non iscritto Gozzano. Ora la palla passa al Consiglio Federale per definire il quadro delle società ripescate, che hanno messo mano al portafogli in modo assolutamente netto, considerato l’esborso di circa 900 mila euro per partecipare al prossimo torneo di serie C. Certo se queste squadre dovessero entrare in Lega Pro, sarebbe mateticamente certa la presenza del Campobasso nel raggruppamento C, come quella del Pescara, considerato che le società ripescate sarebbero tutte o quasi del centro Italia.

Sulle escluse non si da per vinto il Novara, al momento escluso dalla Serie C. Il club sta preparando il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni e intanto la squadra si appresta ad iniziare la preparazione. Non è stata ancora fissata l’udienza al Collegio di Garanzia che esaminerà il ricorso, di certo sarà convocato entro lunedì prossimo perché il giorno successivo dovranno essere formati i gironi e rinviare il responso significherebbe mandare in tilt l’organico del campionato. Novara che crede nel ritorno tra i ranghi, non sarà semplice, considerato che nel corso degli anni quasi mai il Collegio ha ribaltato le sentenze della covisoc e del Consiglio Federale.

Anche la Paganese crede nel rientro in Lega Pro.  “Abbiamo presentato il ricorso e siamo molto fiduciosi rispetto al buon esito perché riteniamo che le nostre motivazioni sono fondate, giuridicamente crediamo di essere nel giusto” queste le parole del Ds della Paganaese Guglielmo Accardi.

Anche la Casertana non si da per vinta, così come già preannunciato in seguito alla decisione del Consiglio Federale, presentato il ricorso presso il Collegio di Garanzia del Coni, avverso l’esclusione del club rossoblu dal campionato di serie C. Speranze davvero fievoli.

Potrebbe interessanti anche:

Cus Molise, via ai laboratori esperienzali sportivi

Il Cus Molise sarà ancora protagonista all’insegna dello sport. Il centro universitario or…