Un trekking di solidarietà per Domenico Carnevale, un giovane con difficoltà motorie, che grazie alla passione del papà Michele per la montagna molisana, ha potuto raggiungere oggi, per la prima volta nella sua vita, una vetta altissima, 1747 metri, quella di Monte Campo a Capracotta.

L’escursione si è potuta svolgere grazie all’associazione “MONTAGNE SENZA BARRIERE”, un team di  amici e camminatori di Lama dei Peligni e, in particolare,  Peppe Ardente, Nicolino Paolucci, Massimo D’angelo, volontari della stessa Associazione.

“L’escursione, che all’inizio sembrava essere penalizzata da una fitta nebbia avvolgeva la cima di monte campo, è iniziata da Santa Lucia – ha raccontato il papà Michele, emozionato –  Dopo circa 40 minuti di cammino, arrivati in prossimità della cima la nebbia, come per incanto, si è dissolta lasciando spazio ad uno splendido cielo azzurro, nonché, ad un meraviglioso paesaggio, che per la prima volta Domenico ha potuto osservare direttamente dalla vetta”.

“Ringrazio di cuore gli amici di Lama dei Peligni per aver dato a Domenico e me la possibilità di vivere una straordinaria esperienza. Grazie anche agli amici di Capracotta per l’aiuto e il sostegno”. Ha commentato Michele Carnevale.

Lo scopo dell’associazione “MONTAGNE SENZA BARRIERE” non è tanto quello di portare i ragazzi sulle montagne ma, quello di far conoscere il mezzo di trasporto ovvero la joelette, la carrozzella mono ruota capace di avventurarsi in sentieri tortuosi come quelli montani.

 

 

Potrebbe interessanti anche:

Anziano scomparsa a Bojano, decine di persone impegnate nelle ricerche

Si chiama Incoronata Sebastiano, ha 72 anni e vive da sola a Bojano. E’ stata vista per l’…