Il Consiglio regionale all’unanimità, ha approvato la mozione della consigliera del Pd, Micaela Fanelli, sui problemi del 118 Molise, insieme a quella, sullo stesso tema, dei colleghi 5 Stelle. “Il sistema dell’emergenza, infatti, è in forte sofferenza per la cronica mancanza di medici, che ha portato alla demedicalizzazione di tre postazioni, lasciando scoperta una larga porzione del territorio e della popolazione regionale – ha dichiarato – L’Asrem, nell’immediato, ha attivato una convenzione di natura privatistica per reperire personale sanitario, che però, come sottolineato da diversi sindaci, tra cui quello di Civitacampomarano Paolo Manuele, non ha risolto il problema, se non si interverrà alla radice, rimodulando anche alcune procedure operative – ha aggiunto la Fanelli – La mozione approvata questa mattina, impegna dunque il Presidente della Regione a chiedere al Commissario alla Sanità e al Dg Asrem, innanzitutto, di procedere immediatamente ad una riorganizzazione territoriale ed operativa delle sedi del 118, tenendo conto delle condizioni generali e della praticabilità delle strade di collegamento tra i diversi Comuni e dei relativi tempi di percorrenza.
Quindi a predisporre protocolli operativi per gli equipaggi demedicalizzati, suddivisi per tipologie mediche di intervento, e per le patologie tempo dipendenti, con chiara indicazione delle strutture ospedaliere di riferimento. Nello specifico per le postazioni prive di medico, il mandato affidato al Commissario e al Direttore Generale Asrem è quello di attivare corsi rivolti agli infermieri del 118 per accrescere le conoscenze specialistiche nel settore dell’urgenza\emergenza e di implementare la formazione degli equipaggi demedicalizzati, al fine di migliorarne la capacità di intervento in fase iniziale del soccorso senza medico. Postazioni ed ambulanze del 118 che dovranno essere dotate anche di strumentazioni e apparecchiature diagnostiche di telemedicina per il referto da remoto; mentre diventa indispensabile ed urgente concludere le operazioni di messa in funzione dell’elisuperfice dell’elisoccorso dell’ospedale Cardarelli – ha dichiarato ancora l’esponente Pd –  Tutto questo nell’immediato, per tamponare l’emergenza. Mentre nel medio periodo, è fondamentale che nel prossimo Piano Operativo Sanitario, sia prevista la riforma del SET 118 Molise da regime in convenzione a servizio di competenza della Asrem, con relativa assunzione in organico del personale del 118, per rendere più appetibile il lavoro nelle nostri sedi del soccorso. Dunque, una buona pagina politica è stata  firmata dal Consiglio regionale, che ringrazio ancora nella sua interezza, con la speranza che tutto quello che è stato deciso in Aula possa trovare immediata applicazione, restituendo a tutti i molisani il diritto alla cura e all’assistenza, oggi ancora negato per una fetta troppo grande della popolazione”, ha concluso Micaela Fanelli.

Potrebbe interessanti anche:

Festività di sant’Emidio a Roccavivara: realizzata una treccia di grano record lunga 310 metri. Madrina d’eccezione, la giornalista Selvaggia Lucarelli

Festività di sant’Emidio a Roccavivara: realizzata una treccia di grano record lunga 310 m…