Numerosi cittadini avevano segnalato lo stato di abbandono delle Cascate del Verrino, nei pressi di Agnone. Il favoloso scenario naturale era stato vessato anche da un consistente numero di rifiuti gettati sia in mezzo alle acque sia lungo il percorso che porta alle cascate.

A tal proposito, la Consigliera comunale Michela Cerbaso si è attivata per sistemare la situazione: “Con un operaio comunale e dei ragazzi volontari ci siamo adoperati per ripulire l’area e posizionare dei cassonetti per la raccolta differenziata; abbiamo anche affisso un cartello sul tabellone posto all’ingresso dell’aria picnic che dà il benvenuto a quello che è uno spazio pubblico e di svago per cittadini e turisti e che speriamo serva a sensibilizzare gli utenti al rispetto della zona.

Le cascate del Verrino rappresentano sicuramente una ricchezza naturale da valorizzare con un intervento organico corposo, ma sono soprattutto un bene di tutti, che oggi vive anche dei piccoli gesti di cura di chi le frequenta. Azioni semplici, come gettare rifiuti e cicche negli appositi contenitori, possono fare la differenza.”

Inoltre, il Comune di Agnone ha ottenuto anche un finanziamento che sarà utilizzato per il rifacimento delle aree pic-nic del territorio: “Nell’ottica di interventi al fine di rendere le aree verdi sempre più attrattive, saranno svolti prossimamente dei lavori di rifacimento delle zone pic-nic delle Cascate del Verrino, della località Pietra del Melo, della località della Fonderia del Rame e di Monte Castel Barone. Il tutto grazie ad un finanziamento di 70mila euro ottenuto dal Comune di Agnone grazie al massimo impegno profuso dall’Assessore alla Agricoltura Raffaele Masciotra relativamente alla partecipazione ad un bando dell’ARSARP.

È solo dall’impegno condiviso di istituzioni, abitanti e turisti, però, che ci si può assicurare degli spazi verdi sani e curati.

Potrebbe interessanti anche:

Forli del Sannio, furti nella notte: il Sindaco rassicura la cittadinanza

Furti nelle abitazioni nel comune di Forli del Sannio durante la notte, che seguono altri …