E’ rottura definitiva tra Michele Iorio e Donato Toma. All’orizzonte si intravedono già le elezioni regionali del 2023 e l’ex governatore fa un’analisi dell stato di salute del centrodestra. Alle critiche arrivate arrivate da Matteo Salvini Iorio aggiunge un carico da undici: “Toma ha dimostrato di non appartenere alla storia politica del centrodestra”, dice.

All’interno della coalizione, Iorio chiarisce anche la sua posizione all’interno di Fratelli d’Italia che è parte del governo regionale. Sono stato autorizzato ad esprimere le mie critiche, dice.

Bisogna ripartire dai programmi e dagli uomini, secondo Iorio, per ritrovare l’unità del centrodestra.

Una stoccata finale, Iorio la riserva alla legge che ha messo fine alla incompatibilità tra assessori e consiglieri regionali. Una legge vergogna, la definisce.

Potrebbe interessanti anche:

Prezzi, è Campobasso la città con l’inflazione più bassa d’Italia. In testa Bolzano

Bolzano in vetta alla classifica delle città più care d’Italia, in termini di aument…