A livello regionale il calcio è pronto a ripartire. Dopo il mini torneo, messo a punto dal presidente Di Cristinzi per decretare la promozione in serie D, la Lnd Molise è al lavoro per organizzare la prossima stagione. Il campionato 2021/2022 dovrà essere quello della ripresa al 100%, con l’auspicio che la pandemia possa allentare la morsa in modo definitivo. Facciamo ordine, dopo la sospensione dei campionati, a marzo del 2020, i tornei di Eccellenza e Promozione sono ripartiti regolarmente il 19 settembre 2020, dopo i consueti due turni di Coppa Italia. Sei giornate di campionato prima dello stop definitivo il 25 ottobre, da quel momento in poi per l’80% delle squadre, la stagione 2020/2021 si è conclusa. A seguire il 25 aprile di quest’anno il mini torno di Eccellenza, chiuso sabato 19 giugno, circa due settimane fa, con il successo dell’Aurora Alto Casertano ai danni dell’Isernia dopo i calci di rigore. Questo il quadro dell’ultimo anno e mezzo del calcio molisano. Un periodo difficile, inutile nasconderlo, la ripresa non sarà facile per le tante società della nostra regione che, da sempre, hanno organizzato le stagioni sportive basandosi sul contributo dei piccoli imprenditori.

il Campodipietra

La voglia di tornare in campo è tanta. Siamo certi che tutte le realtà del panorama di Eccellenza e Promozione cercheranno in tutti i modi di garantire la partecipazione della squadra al prossimo campionato. In questi giorni la Lnd Molise renderà noti i termini per presentare la domanda d’iscrizione, pressappoco intorno alla fine del mese di luglio. Già noto il discorso relativo agli juniores in campo, per la nuova stagione il comitato molisano ha confermato: 1 ragazzo classe 2001 e 2 del 2002 obbligatoriamente in campo, nel torneo di Eccellenza, mentre in Promozione le squadre dovranno schierare 1 classe 2001 ed un 2002. Confermati, dunque, i criteri della scorsa stagione, considerato che in caso di scorrimento dell’età juniores, i ragazzi del 2002 sarebbero stati fortemente penalizzati. Senza dubbio una notizia positiva per le società, che potranno fare affidamento sui ragazzi già presenti in organico nella passata stagione. L’auspicio è che si possa programmare un campionato senza nuovi stop e con la speranza di tornare a divertirsi al cento percento sul campo e fuori attraverso la sconfinata passione per il calcio.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, dopo la sconfitta contro l’Andria, il Campobasso è atteso a Palermo.

Seconda sconfitta casalinga per il Campobasso. Zero punti raccolti nelle due uscite tra le…