Dopo la bocciatura senza appello arrivata la scorsa settimana dall’Azienda Sanitaria e dal Commissario ad acta, la politica prova ad individuare una nuova soluzione per garantire la prosecuzione dei contratti agli ottanta operatori socio sanitari a partita Iva rimasti senza lavoro a fine Maggio.

La proposta arriva dall’ex governatore, Michele Iorio. Un decreto del Presidente della Regione che, nella sua veste di Commissario al Covid, possa mantenere nel circuito lavorativo figure indispensabili nella fase post covid. In alternativa, Iorio propone una legge regionale di stabilizzazione per questo personale.

La proposta arriva a margine di un Consiglio regionale pre vacanziero e dai toni a tratti soporifero rotto solo dalla protesta proprio degli operatori sanitari fuori dal Consiglio regionale. In alternativa, dice Iorio, potremmo pensare ad una legge regionale di stabilizzazione.

Adesso la parola passa al Presidente Toma che questa mattina è stato testimone della protesta davanti all’aula ma non ha rilasciato alcuna dichiarazione al momento del suo arrivo.

Potrebbe interessanti anche:

La telemedicina una vera opportunità per la salute in Molise: questo il tema della quinta Agorà organizzata dal Pd Molise

“La telemedicina è un ottimo strumento per l’assistenza sanitaria territoriale straordinar…