Visite gratuite al castello d’Evoli di Castropignano, lo comunica il sindaco Scapillati. L’accesso al maniero risalente al XIV secolo è gratuito, comprese le visite guidate, a farlo sapere è il sindaco Nicola Scapillati. Le visite dovranno essere richieste con anticipo al Comune di Castropignano ai seguenti contatti: 0874.503132 e al 338.2557205.  Il Castello d’Evoli di Castropignano, costruito nel XIV secolo in prossimità di una precedente fortificazione sannita, è posizionato più in basso rispetto alla parte antica del paese, sull’estremità di un costone roccioso in un contesto panoramico molto suggestivo. Per quasi duemila anni è stato un importante presidio sul tratturo Lucera-Castel di Sangro, lungo il quale si svolgeva la caratteristica transumanza, di importanza straordinaria per la nobiltà locale che basava la propria ricchezza e quella del borgo su attività armentizie. Nel corso del XV-XVI secolo il castello fu ampliato, divenendo una vera residenza signorile nel 1636; l’interno doveva essere davvero fastoso, ricco di arazzi e tele, che testimoniavano la grandezza economica della famiglia D’Evoli che lo costruì e lo abitò fino agli inizi dell’800. Oggi, dopo lunghi lavori di manutenzione e consolidamento, il maniero è visitato da turisti provenienti da ogni parte d’Italia. Al castello è legata la leggenda dello jus primae noctis: la giovane Fata, di estrazione popolare, appena sposatasi non osò passare la notte di matrimonio col duca preferendo suicidarsi buttandosi presso il burrone roccioso che ancora oggi è noto come “cantone della Fata”.

Potrebbe interessanti anche:

Frosolone, sabato e domenica all’insegna dei ricordi

Ritorna come ogni anno sabato 31 luglio e domenica 1 agosto 2021 la “Piazzetta dei Ricordi…