Il sindaco di Isernia, Giacomo d’Apollonio ha vietato lo svolgimento, nei giorni 28 e 29 giugno prossimi, della fiera in onore dei Santi Pietro e Paolo, nota come Fiera delle cipolle, consentendo, però, l’esposizione e la vendita della cipolla bianca di Isernia ad opera dei coltivatori locali.
«Così come lo scorso anno, – hanno dichiarato il sindaco d’Apollonio e l’assessore al Suap Linda Dall’Olio – nella impossibilità, a causa della pandemia, di far svolgere la fiera secondo le sue caratteristiche di evento con grande partecipazione popolare, il Comune ha voluto comunque salvaguardare tale antichissima tradizione, organizzando l’esposizione e la vendita della celebre cipolla bianca isernina».
I punti espositivi verranno ubicati in piazza Michelangelo, il 28 giugno, e in piazza X Settembre, il 29 giugno. I banchi di vendita resteranno attivi dalle ore 8 alle ore 14.

Potrebbe interessanti anche:

Ancora ladri in azione, alcune contrade di Trivento messe sotto scacco

Un nuovo fine settimana con i ladri in azione, alcune contrade di Trivento messe sotto sca…