Edizione 2021 Cvtà Street Fest, gli artisti spagnoli Cristian Blanxer e Victor García Repo si sono messi all’opera. Nel piccolo borgo di Civitacampomarano, i due artisti realizzeranno le loro opere fino al 24 giugno. Dal 1° luglio arriverà il terzo artista, il brasiliano Thiago Mazza. Si riparte anche con i tour organizzati per scoprire e apprezzare la street art che governa in questo luogo sospeso, in armonia con la storia, le case, i residenti e i suggestivi scorci. Un patrimonio artistico e culturale eterogeneo e internazionale, oltre 50 opere tra interventi site-specific e murales permanenti: dai lavori di Alice Pasquini, ideatrice di Cvtà Street Fest, passando per Biancoshock, Alex Senna, Hitnes, Pablo S.Herrero, David de la Mano, Uno, Nespoon, Bosoletti, Martin Whatson, Milu Correch, Add Fuel, Jan Vormann, Gola Hundum, Ikcs e altri ancora. Per le visite guidate – fanno sapere gli organizzatori – alla scoperta dei murales di Civitacampomarano, è possibile prenotarsi o chiedere informazioni ai numeri 349-8687335 o 333-6043068, oppure mandando un’e-mail all’indirizzo: prenotazioni@cvtastreetfest.it Durante i tour, gli organizzatori osserveranno tutte le disposizioni di sicurezza necessarie nel rispetto delle normative anti-Covid. Cristian Blanxer, (www.cristianblanxer.com/) nato a Barcellona nel 1985, ha iniziato a lavorare come freelance e illustratore nel 2008 dopo essersi laureato in Belle Arti. Il suo spirito versatile gli ha fatto esplorare diversi stili e tecniche. La fame di scoperta di nuovi percorsi, la pennellata spontanea e l’intensità nella percezione del colore si riflettono in tutte le sue opere. La luce impressionista e il ritmo poetico definiscono il solco creativo di Blanxer. Cristian Blanxer ci mostra un lavoro in continua evoluzione: la maggior parte delle sue opere riproduce azioni umane, da situazioni ordinarie a situazioni più surreali e oniriche, ma lascia che le emozioni sorgano liberamente nell’osservatore. Victor García Repo, (www.instagram.com/pierapapeltijera) è nato alla periferia di Barcellona nel ​​​​1981. Con i primi interessi artistici, nella sua preadolescenza ha iniziato a stretto contatto con i graffiti. Successivamente, dopo un decennio di formazione pittorica, si è interessato ai murales che gli hanno conferito una certa consapevolezza contestuale. Attualmente combina le sue opere a livello nazionale e internazionale con il suo lavoro di grafico nel suo studio, in Andalucía. Negli ultimi anni collabora mano a mano con Cristian Blanxer.

Potrebbe interessanti anche:

Frosolone, sabato e domenica all’insegna dei ricordi

Ritorna come ogni anno sabato 31 luglio e domenica 1 agosto 2021 la “Piazzetta dei Ricordi…