Le conoscenze statistiche per indirizzare la rinascita è il tema che ha guidato i lavori della conferenza Anno accademico 2020-2021 dell’Università degli studi del Molise, giornata scientifica che ha avuto luogo questa mattina presso l’Aula Magna di Ateneo a Campobasso.
Dopo i saluti istituzionali del rettore, del sindaco di Campobasso e del presidente della Regione Molise, è stata la volta delle relazioni svolte da Gian Carlo Blangiardo, presidente ISTAT, Luca Brunese, rettore Unimol, Claudio Lupi, professore ordinario di statistica economica, Luisa Corazza, direttrice Centro di ricerca per le Aree interne e gli Appennini, Giuseppe Peter Vanoli, prorettore agli indicatori di qualità e alle iniziative strategiche di Ateneo, Cecilia Tommasini, professore ordinario di demografia.
Nel suo intervento, il presidente Toma ha sottolineato come le conoscenze statistiche siano alla base del nostro vivere quotidiano, abbiano un valore fondamentale e insostituibile per la società e siano state di grande aiuto per affrontare e contrastare l’emergenza sanitaria da Covid-19. Nel richiamare i nuovi e inediti scenari determinati a livello globale dalla crisi pandemica, si è detto fermamente convinto che il loro utilizzo sarà oltremodo necessario per supportare le politiche di ripartenza del sistema Paese e per elaborare un quadro prospettico funzionale a orientare le scelte e le azioni politico-amministrative di Stato, Regioni, Enti Locali.

Potrebbe interessanti anche:

Frosolone, sabato e domenica all’insegna dei ricordi

Ritorna come ogni anno sabato 31 luglio e domenica 1 agosto 2021 la “Piazzetta dei Ricordi…