Il Presidente della Provincia di Campobasso Francesco Roberti, in occasione dell’inizio degli esami di Maturità, ha voluto esprimere la sua vicinanza e fare il suo “in bocca al lupo” agli studenti impegnati.

“Iniziano domani, mercoledì 16 giugno 2021, gli esami di Maturità. Un momento importante per 2.022 studenti della provincia di Campobasso e 563 di quella di Isernia. Una prova – ha scritto Roberti in una nota – che vedrà gli studenti in presenza con un colloquio attraverso il quale la commissione d’esame valuterà la preparazione di ogni singolo studente.

Il mio pensiero va ai docenti, agli studenti, ai genitori, alle famiglie coinvolte da una prova che, inevitabilmente, coinvolge emotivamente l’intero nucleo familiare, e a tutti gli addetti ai lavori del mondo della scuola.

I ragazzi che concludono il proprio ciclo scolastico delle scuole secondarie superiori hanno vissuto un anno e mezzo particolare con un’altalena tra didattica in presenza e Didattica a Distanza (DaD), in un mix di paura, ansia ma con la giusta maturità per venire incontro alle esigenze delle rispettive scuole nella speranza del ritorno alla normalità.

Sarà importante – ha continuato il Presidente della Provincia di Campobasso – che gli studenti, concentrati per il proprio esame, continuino a comportarsi con la giusta responsabilità, rispettando le norme per contenere il contagio, al fine di permettere agli istituti scolastici di portare a termine l’anno scolastico e a tutti i ragazzi di poter tenere la propria prova con la giusta serenità.

Il mio in bocca al lupo va a tutti voi ragazzi che vi accingete a mettere un tassello importante al vostro percorso scolastico e di vita.

Gli esami – ha concluso Francesco Roberti – vissuti per anni in prima persona, vanno affrontati con la consapevolezza che essi rappresentano una tappa da cui partire per costruirsi il proprio futuro all’interno della società”.

Potrebbe interessanti anche:

Una famiglia alla guida della Caritas di Termoli-Larino

Il vescovo, mons. Gianfranco De Luca ha nominato i coniugi, il diacono Vito Chimienti e su…